Un settantenne è stato salvato con un defibrillatore Powerheart G5 a Siena. Ad un anno dall’inizio di Sidecar – acronimo di Siena, defibrillatori e cardioprotezione – è già arrivato il traguardo più importante: una vita salvata.

Quello stesso traguardo che ha spinto le anime del progetto a volere una rete di defibrillatori Powerheart nella città del Palio (per altre informazioni, qui c’è la notizia originale). Ad oggi, sono arrivati a dieci i G5 posizionati in punti strategici di Siena.

La postazione di Sidecar in Piazza GramsciL’uomo era al mercato quando ha accusato un malore e si è accasciato a terra. Era in arresto cardiaco. Un medico fuori servizio lo ha subito soccorso, praticando il massaggio cardiaco e chiedendo a due carabinieri che erano lì vicino di prendere il defibrillatore di Piazza Gramsci, nella postazione di Sidecar a pochi metri dal luogo dell’accaduto (in foto).

 

Quando il Powerheart G5 è arrivato, il soccorritore ha applicato le piaste e, in pochi attimi, ha erogato lo shock. Che ha permesso al cuore dell’uomo di ripartire. Ora il settantenne è ricoverato in terapia intensiva all’Ospedale Le Scotte di Siena.

Altre informazioni sul progetto sono sul sito di Sidecar.