Qual è la differenza tra un arresto cardiaco ed un attacco di cuore?


I termini “arresto cardiaco” ed “attacco di cuore” sono spesso usati in modo intercambiabile, ma in realtà sono due patologie molto differenti. Mentre il termine arresto cardiaco si riferisce ad un malfunzionamento del cuore, un attacco di cuore è dovuto ad un problema di circolazione del sangue. Per aiutare a comprendere a distinguere tra le due patologie, in questo articolo andremo a spiegare le differenze tra un arresto cardiaco ed un attacco di cuore

Che cos’è un arresto cardiaco?

L’ arresto cardiaco si verifica quando il cuore smette di battere improvvisamente, e solitamente questa condizione è dovuta ad un problema degli impulsi elettrici del cuore.

Quando il cuore smette di battere non è più in grado di pompare il sangue attraverso il corpo; pertanto il cervello non riceve più ossigeno e, se la condizione non è immediatamente trattata, può risultare fatale.

I sintomi

Molto spesso non ci sono sintomi che possono predire un arresto cardiaco. Se una persona perde i sensi improvvisamente ed è in un arresto cardiaco, si presenta:

  • incosciente
  • Non risponde
  • Non respira o non respira normalmente, ha un respiro agonico

Cosa fare:

Se pensi che una persona sia in arresto cardiaco, chiama immediatamente il numero dell’emergenza ed inizia a praticare la Rianimazione Cardio Polmonare (RCP). Se c’è qualcun altro con te, chiedigli di recuperarti il defibrillatore più vicino*. Il paziente avrà un 70% di probabilità in più di sopravvivenza se la defibrillazione avviene nei primi tre minuti dal verificarsi dell’arresto cardiaco. Ogni minuto che passa senza defibrillazione, le possibilità di sopravvivenza diminuiscono del 10%.

Non sei sicuro di conoscere come funziona un defibrillatore? Scopri di più leggendo la nostra guida come usare un defibrillatore.

Che cosa è un attacco di cuore?

Un attacco di cuore, conosciuto anche come infarto del miocardio, si verifica quando il flusso di sangue al cuore si ferma improvvisamente. Solitamente questo è causato da coaguli che bloccano il normale flusso. Una prolungata mancanza di flusso di sangue al cuore può seriamente danneggiare l’organo e può essere fatale.

I sintomi

Ci sono diversi sintomi che possono indicare che un idividuo sta soffrendo di un attacco di cuore: Questi includono:

  • Dolore al petto (può manifestarsi come se il petto fosse strizzato o schiacciato da un oggetto pesante, e può estendersi anche ad altre zone del corpo)
  • Respiro corto
  • Sensazione di debolezza o stordimento
  • Sensazione di ansia

Solitamente è una combinazione dei sintomi sopracitati che indica un attacco di cuore.

Cosa fare:

Se pensi che qualcuno stia soffrendo di un attacco di cuore, chiama subito il numero dell’emergenza. Ingerire una compressa da 300 mg di aspirina per fluidificare il sangue può anche aiutare (a patto che il malato non sia allergico all’aspirina).

Arresto cardiaco ed attacco di cuore

Nonostante l’arresto cardiaco e l’attacco di cuore siano situazioni molto differenti, esiste un legame tra loro. Un arresto cardiaco può verificarsi durante un attacco di cuore oppure anche durante la ripresa da questo.

Sia l’arresto cardiaco che l’attacco di cuore sono emergenze mediche e occorre agire subito nel caso in cui si notino segnali di sintomi.

Se stai pensando alla possibilità di aumentare la possibilità di sopravvivenza dei tuoi colleghi o dei tuoi alunni di sopravvivere ad un arresto cardiaco, contattaci oggi per scoprire come avere un defibrillatore per il tuo luogo di lavoro o la tua scuola.