Come proteggere i DAE esposti alle basse temperature


Lo sai che le basse temperature possono compromettere la funzionalità del tuo DAE?

Dal danneggiamento della batteria al congelamento del gel conduttore che si trova nelle piastre, le condizioni in cui conservi il tuo DAE con le basse temperature possono incidere sulla capacità del defibrillatore di essere pronto al soccorso. Pertanto è importantissimo consultare il manuale d’uso per conoscere le modalità corrette di conservazione del DAE, per assicurarsi che la macchina sia sempre pronta a salvare una vita

E’ possible installare i DAE all’esterno?

In un progetto di defibrillazione pubblica, i DAE sono molto spesso posizionati all’esterno degli edifici, in modo che possano essere disponibili per chiunque in qualsiasi momento. Se scegli di installare il tuo DAE all’esterno, assicurati di avere la teca corretta: posizionare il DAE in una teca non progettata per l’esterno può incidere notevolmente sulla funzionalità del defibrillatore.

Le temperature troppo alte, o quelle troppo basse, che si possono verificare all’esterno, possono compromettere il funzionamento del DAE. Ad esempio, l’esposizione diretta al sole durante l’estate in una teca con il vetro, può portare a temperature interne alla teca intorno ai 65°C, punto nel quale le batterie possono diventare pericolose ed il gel di conduzione essiccare. L’esposizione invece a basse temperature in inverno può ridurre drammaticamente la durata della batteria e congelare il gel di conduzione che si trova tra gli elettrodi

Chiedi consiglio al tuo fornitore in merito alla teca migliore per il tuo defibrillatore.

Quali sono i requisiti ideali per conservare il tuo DAE?

Per contrastare questi problemi, tutti i produttori di defibrillatori devono includere nel manuale d’uso o nella scheda tecnica il range di temperature nel quale il DAE può operare. Noi di Cardiac Science, al fine di garantire le prestazioni migliori del nostro defibrillatore, consigliamo di tenerlo a una temperature compresa tra 0°C e 50°C

Consigliamo anche di tenere i defibrillatori lontano dalla luce diretta del sole e, specialmente durante i mesi invernali, in una teca da esterno adeguatamente riscaldata

Il punto di forza di Cardiac Science

Cosa fa la differenza nel nostro Powerheart® G5 esegue ogni giorno degli autostest sulle component essenziali e sui consumabili; questi autotest includono anche un test sulla temperatura del defibrillatore.

Per evitare qualsiasi inconveninete, in caso di temperature estreme, vi consigliamo di controllare ogni giorno che lo stato dell’indicatore RescueReady® sia verde. Se durante gli autotest viene rilevato qualcosa di anomalo, il tuo defibrillatore ti avviserà con l’emissione di un beep sonoro ogni 30 secondi, e l’indicatore sarà di colore rosso.

Se l’indicatore è rosso, puoi individuare il problema rilevato aprendo il coperchio del tuo Powerheart G5 e ascoltando i comandi. Se la voce dice “manutenzione richiesta”, premi e mantieni premuti entrambi I tasti che si trovano sotto il display, finchè la voce guida dirà “modalità dignostica”. Sul display apparirà il problema riscontrato durante gli autotest. Se ad esempio sul diplay appare “Temp troppo bassa, regola temp immagazzinamento”, occorre spostare il DAE in un luogo più caldo.

Vuoi saperne di più?

Oltre ai defibrillatori, abbiamo anche una gamma di teche contenitive adatte ad ogni esigenza.

Inoltre, non esitare a contattarci per qualsiasi domanda su come mantenere al meglio il tuo defibrillatore.